Quattro Giornate

 

 

Questo percorso itinerante con la ricostruzione degli eventi della Seconda Guerra Mondiale è un atto doveroso.

Napoli ha partecipato in prima persona, con i propri figli, alla Resistenza tedesca offrendo in sacrificio la propria gioventù e i propri uomini che hanno fatto le famose “Quattro Giornate di Napoli”.

Quest’azione istintiva e disparata, disorganizzata e altruista ha liberato la città che era invasa dalla presenza dell’ ex alleato nazista. Con questa ricostruzione storica si ricorderanno i momenti salienti legati all’Università Federico II che fu bruciata e distrutta in parte per colpire al cuore della cultura e delle radici identificative del mondo partenopeo. Si rivivrà il vissuto dei ricoveri per sentire, con registrazioni originali”, l’annuncio di Badoglio che segna la fine della guerra contro gli Anglo-Americani, si attraverserà l’Università che ci viene raccontata dai testimoni durante l’incendio e lattacco tedesco.

Infine la ricostruzione ci farà rivivere la drammatica fucilazione del marinaio Andrea Mansi sulle scale della Federico II (dove oggi vi è la targa in commemorazione) e infine si terminerà tra i tumulti della resistenza e l’inizio delle Quattro Giornate.